Un Goal alla Cieca!

E se prendessi mira con il suono anziché usare la vista?

Traguardo
4.750 €
Raccolti
223 €
Scadenza
16 giorni
Sostenitori
14

Di cosa si tratta

L’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti di Cosenza da anni combatte contro i pregiudizi esistenti tra la disabilità visiva e lo sport, rispondendo alle domande più scontate come: “Come fai a muoverti non vedendo?”, “Si può avere cognizione dello spazio anche non potendoti guardare intorno?”, “Come fai a passare la palla ad un tuo compagno?”, e a volte abbiamo sentito affermazioni come: “E’ impossibile, non puoi fare sport!”.

Noi a queste affermazioni rispondiamo con questo progetto, che permetterà a 6 ragazzi non vedenti e ipovedenti (Marco, Agostino M., Agostino S., Roberto, Charles ed Ernesto) di fare sport e di partecipare fattivamente ai tornei nazionali di Torball.

Il tuo contributo ci permetterà di comprare l’attrezzatura necessaria e di andare in giro per l’Italia a far conoscere questo sport.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi verranno suddivisi in due macroaree: una prima destinata all’acquisto di arredi e attrezzature al fine di permettere lo svolgimento dell’attività, una seconda a copertura delle spese sostenute per remunerare un tecnico federale, specializzato nella pratica sportiva. Nello specifico il Torball richiede l’utilizzo di : tappetini di posizione, mascherine oscuranti, porte di adeguate dimensioni e palloni sonori; ciò, essendo materiale prettamente tecnico e omologato, risulta essere oneroso nell’acquisto da parte del gruppo sportivo. 

Chi c'è dietro al progetto

Il team che ha ideato e portato avanti questo progetto è composto da un gruppo di Amici che si sono posti come obiettivo quello di rendere il loro  territorio regionale più accogliente, usando come strumento lo sport.

Ecco la presentazione più fedele della nostra grande squadra:

Roberto: il festaiolo, arriva sempre puntuale agli allenamenti ma con qualche ricordo della notte trascorsa.

Agostino S.: il bodybuilder della squadra, ti mette KO facendo addominali e piegamenti.

Marco: detto "Quintina", il nostro muro invalicabile.

Agostino M.: la testa calda, il nostro campione a livello nazionale.

Ernesto: il nostro veterano, ha sempre pronta la frase giusta per spronarti.

Charles: un personaggio misterioso, nessuno sa pronunciare il suo nome ma nel campo fa scintille.

Giovanni: il Generale, con lui non si scherza (per davvero).

Kevin: detto "Rambo", allenatore impulsivo, proprio per questo ti strappa sempre una risata.

Gianmattia: vero nome Mattia, chiamato anche Giacomo, Gianmaria, Gianbattista, a volte discutendo usa termini che nessuno capisce, ma la sua presenza fa la differenza. 

Entra a far parte anche tu della squadra, ti aspettiamo!