FreeMoving Knots - liberi nel vento

Non potrete mai chiamare il vento, ma potete lasciare la finestra aperta

Traguardo
5.000 €
Raccolti
505 €
Scadenza
16 giorni
Sostenitori
14

Di cosa si tratta

Il progetto favorisce la scoperta e la consapevolezza delle competenze, potenzialità ed attitudini motorie personali per poter affrontare situazioni nuove e sfruttare l’energia di emozioni positive. 

Attraverso il contributo delle attività motorie e sportive si favorisce la socializzazione e la cooperazione e si stimola la fiducia nelle proprie possibilità per acquisire maggiore autonomia.

Fasi progettuali

1. Mettere a disposizione una palestra attrezzata per gli atleti di FreeMoving, dove è possibile allenarsi e condividere le esperienze. 

Si intende favorire lo  sviluppo delle relazioni tra gli atleti e l’autonomia di movimento e spaziale. 

2. Formare volontari e atleti guida con istruttori qualificati per poter facilitare l’esperienza della disciplina.

La formazione rende l’esperienza sostenibile nel lungo termine, in quanto permette un notevole risparmio di risorse rispetto all’attivazione di istruttori professionisti remunerati per ogni esperienza.

3. Realizzare cinque weekend residenziali gestiti da volontari ed esperti nei quali praticare la barca a vela. 

Attraverso l’esperienza è possibile sperimentare nuovi livelli di autonomia legati alla gestione personale e degli spazi circostanti.

Come verranno utilizzati i fondi

Il progetto prevede una spesa complessiva di 14.000 euro, di cui 4.000 euro sono finanziati con fondi propri, in particolare 2.500 euro per l’acquisto di attrezzature per la predisposizione della palestra e 1.500 euro necessari per l’alloggio presso le strutture in prossimità della scuola di vela.

L’importo da finanziare comprende:

- 2.500 euro di abbigliamento per la pratica della disciplina della barca a vela, composto da 25 pacchetti da 100 euro

- 5.000 euro di corso di vela calcolato per 25 partecipanti al costo di 200 euro a partecipante 

- 1.000 euro di formazione di volontari e atleti guida

- 1.000 euro di spese necessarie per i weekend residenziali, stimate in euro 200 per ogni weekend

- 500 euro di spese per rewards necessarie all’acquisto e alla spedizione del materiale destinato ai donatori

In totale l’importo finanziato è composto da 25% di arredi e attrezzature, 60% di prestazioni professionali di terzi, 10% di materiale di consumo e 5% di spese per rewards.

Chi c'è dietro al progetto

FreeMoving nasce dalla volontà di Luca e Antonella, due persone con disabilità visiva, di mettere a disposizione di quella parte della cittadinanza della provincia di Monza e Brianza che è portatrice di fragilità, un’associazione attenta alle aspirazioni, alle esigenze ed ai desideri di tutti.

FreeMoving si occupa di promuovere ed organizzare attività sportive rivolte a persone con disabilità con l’obiettivo di garantire l’opportunità di sperimentare movimenti e sensazioni che frequentemente sono impossibilitati a causa di barriere fisiche, ambientali e sociali, svolgendo un ruolo fondamentale nel valorizzare la persona. 

Nello specifico l’Associazione propone i seguenti corsi: 
- atletica leggera
- arrampicata
- nuoto
- acquagym
- totalbody
- tandem
- sci nordico
- sci alpino

FreeMoving partecipa inoltre a manifestazioni sportive indette sul territorio, a competizioni regionali e nazionali ed è parte attiva in progetti di alternanza scuola e lavoro con diversi Istituti Superiori.