MettiAmoci in gioco

Mettersi in gioco è la parole d'ordine, perché non c'è caduta dalla quale non ci si possa rialzare.

Traguardo
20.000 €
Raccolti
20.040 €
Chiuso il
16 mag 2019
Sostenitori
62
Finanziato

MettiAmoci in gioco

Un progetto dedicato alle scuole, a coloro che saranno gli uomini e le donne del futuro. 

Attraverso gli atleti del basket in carrozzina dimostrare ai giovani come le uniche barriere siano quelle mentali, come nonostante i problemi e/o incidenti di percorso ci sia sempre una seconda chance. 

Il progetto si sviluppa in diverse fasi che vanno dalla conoscenza al confronto sul campo da basket tra i protagonisti: alunni ed atleti. Gli atleti del basket in carrozzina, tra i racconti delle proprie storie ed un tiro a canestro, saranno da stimolo agli allievi per un diverso approccio alle quotidiane difficoltà. Perché tutti abbiamo delle difficoltà quotidiane piccole o grandi che siano, è il modo in cui le affronti che fa la differenza. 

Mettersi in gioco, quindi, con una prima fase di conoscenza e confronto, supportati da psicologi, ma anche assistendo alle performance degli atleti di basket in carrozzina ed approcciandosi al basket in carrozzina, al fine di comprendere se e quanto sia diverso il mondo "da seduti". 

Mettersi in gioco confrontandosi periodicamente con gli atleti e superare il preconcetto della differenza tra lo sport in piedi e da seduti. Mettersi in gioco durante le partite di campionato, ove gli alunni dei diversi istituti si confronteranno in una gara di tiri liberi dalla carrozzina. Mettersi in gioco con una opera finale degli allievi (disegno, fotografia etc.), rappresentativa delle emozioni vissute. 

Mettersi in gioco per avvicinare allo sport quei ragazzi che apparentemente appaiono svantaggiati per patologie o altro (obesità, drunkoressia etc.). Non importa quale sia la motivazione iniziale, l'importante è che tutti sappiano che è sempre possibile mettersi in gioco e lo è ancor più attraverso l'unico strumento che non ha differenze di sesso, razza o diversa abilità: lo sport. 

Vogliamo procedere con il percorso intrapreso nelle scuole dal 2016 affinché le attività di sensibilizzazione ed i sacrifici sin qui svolti non siano vani, col tuo contributo possiamo sostenere e migliorare le attività e dare la possibilità a tanti altri ragazzi di vivere un'esperienza non solo sportiva, ma di integrazione attraverso il gioco.

Chi siamo

Siamo un gruppo di uomini e donne, ognuno con un proprio background sportivo, spinti da un unico comune denominatore: la passione per lo Sport, quello con la S maiuscola! 

Una famiglia di uomini e donne, italiani, europei ed extracomunitari, consapevoli che lo sport è qualcosa di più che far rimbalzare la palla sul parquet di gara. Dal 2016 ci dedichiamo allo sport del basket in carrozzina e, attraverso questa disciplina, oltre a fare sport agonistico ci dedichiamo ad attività sociali, tendenti all'inclusione ed alla integrazione sociale. 

Realizziamo eventi sportivi e non, anche in partnership con altre associazioni territoriali, convinti che l'unione è la forza per abbattere le barriere, in primis quelle mentali. 

Abbiamo scarrozzato per tutta la Calabria, nelle scuole e nelle piazze, per far conoscere il basket in carrozzina e per divulgare il nostro motto "non siamo affatto intimoriti dallo stridio delle carrozzine in contrasto e non c'è caduta dalla quale non ci si possa rialzare, perché l'importante è mettersi in gioco". 

Per l'impegno profuso nel tempo ed i risultati raggiunti, siamo ospiti in più eventi e premiati come esempio che con la volontà si può andare al di là di qualsiasi barriera. 

Per ulteriori informazioni visitate le nostre pagine social Facebook (Reggio Calabria Basket in Carrozzina) ed Instagram (asd_rc_basket_in_carrozzina), dove potrete aggiornarvi sulle nostre innumerevoli attività.

Come verranno utilizzati i fondi

Grazie al vostro contributo potremo procedere e migliorare le nostre attività, approfondire il percorso già intrapreso con alcune scuole e, contestualmente, avvicinare nuovi ragazzi e ragazze.

Con il vostro contributo potremo sostenere i costi necessari alle diverse attività ed ai servizi essenziali per realizzarle: professionisti del settore, trasporti, realizzazione dei materiali (es. magliette, premi, gadget per i sostenitori del crowfounding).