Massimo Girolamo : con il Ping Pong verso Abu Dhabi

Adotta un campione! Con il tuo contributo aiuterai Massimo a vincere una medaglia ai giochi mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi

Traguardo
2.000 €
Raccolti
65 €
Scadenza
43 giorni
Sostenitori
5

Massimo : con il Ping Pong verso Abu Dhabi

Massimo Girolamo nasce a Messina 49 anni fa. “Un uomo rimasto bambino” - così lo definisce il padre – e non per le difficoltà che nella sua vita si è trovato ad affrontare ma perchè ha conservato la freschezza, il candore e la purezza tipiche dell’infanzia.

Massimo ha una malattia genetica neuromuscolare, la Sindrome di Marinesco-Syogren. Una malattia che comporta difficoltà nel coordinare i movimenti, difficoltà nel linguaggio, vari gradi di disabilità intellettiva, debolezza muscolare che impedisce di sostenersi e camminare in modo autonomo, catarratta congenita bilaterale, bassa statura e anormalità scheletrica.

Fin dall’inizio lo sport rappresenta per Massimo uno strumento d’integrazione formidabile.

Nel 2014 incontra Totò Caruso, un maestro federale di Tennis da Tavolo, che con grande competenza, professionalità e sensibilità riesce a coinvolgere atleti con disabilità intellettive più o meno gravi.

Grazie a lui Massimo coltiva una nuova passione: il Tennis da Tavolo che presto diventa per lui un obiettivo di crescita e un motivo di rinascita, anche fisica. Incredibili sono stati, infatti, i miglioramenti e i cambiamenti durante questi 4 anni.

Appena giunta la convocazione ai mondiali di Abu Dhabi, la famiglia era incredula. Massimo leggeva la lettera senza grandi manifestazioni di gioia, non ne è capace, ma i suoi occhi brillavano e traspariva la soddisfazione di aver raggiunto il sogno di ogni “grande sportivo”, vestire la maglia della nazionale in una grande competizione.

Adotta un Campione!

Con € 2.000 lo aiutiamo a realizzare il suo sogno di partecipare ai mondiali  

Ogni donazione è libera e contribuirà all'adozione

Al link la passione di Massimo per il Tennis Tavolo

Basta veramente poco per contribuire a questo sogno...

Special Olympics

Special Olympics è un Movimento globale che sta creando un nuovo mondo fatto di inclusione e rispetto, dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità. Stiamo contribuendo a rendere il mondo un posto migliore, più sano e più gioioso – un atleta, un volontario, un membro della famiglia alla volta. Ogni anno una rappresentativa italiana viene chiamata a partecipare alternativamente ai Giochi Mondiali (Invernali o Estivi) o a quelli Europei. I suoi programmi sono adottati in più di 174 Paesi. Si calcola che nel mondo ci siano 5,169,489 Atleti, 627.452 famiglie e 1,114,697 volontari che ogni anno collaborano alla riuscita di 103,540 grandi eventi nel mondo. Special Olympics Inc è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale, così come il Comitato Paralimpico. Le due sono organizzazioni separate e distinte. Diverse le premesse, diversa la filosofia che muove le due organizzazioni. Mentre il Comitato Paralimpico opera coerentemente con i criteri dei Giochi Olimpici con gare competitive riservate ai migliori, Special Olympics ovunque nel mondo e ad ogni livello (locale, nazionale ed internazionale), è un Programma educativo, che propone ed organizza allenamenti ed eventi solo per persone con disabilità intellettiva e per ogni livello di abilità. Le manifestazioni sportive sono aperte a tutti e premiano tutti, sulla base di regolamenti internazionali continuamente testati e aggiornati. 

 

Seguici su