Via di Francesco

Andrea Devicenzi si mette nuovamente in gioco con un cammino da La Verna fino a Roma sulle orme di San Francesco d'Assisi

Traguardo
15.000 €
Raccolti
2.030 €
Scadenza
6 giorni
Sostenitori
7

Chi c'è dietro al progetto

Ideato dall’Associazione Progetto 22, il progetto Via di Francesco vede in gioco come prima persona Andrea Devicenzi, atleta paralimpico privato della gamba sinistra in conseguenza ad un incidente stradale avvenuto all’età di diciassette anni.

Dopo anni di sconforto decide di riprendersi la sua vita e credendo sempre di più in se stesso, giunge a traguardi inimmaginabili. Conquista i 5.602 metri del passo Khardung La in India, partecipa e conclude in 72 ore e 42 minuti la Parigi/Brest/Parigi, inizia l'attivita' del Paratriathlon (nuoto, bici, corsa), dove l'entusiasmo e la voglia di indossare la maglia azzurra, lo portano ad inventare un tipo di corsa con le stampelle e a vincere la medaglia d’argento a Londra.

Andrea non è solo un atleta, è un sognatore.

Le sue conquiste sono sterili se non condivise, se non fanno credere al prossimo “ posso farlo anch’io”: per questo motivo continua ad impegnarsi in imprese titaniche e vorrebbe non essere il solo a farlo.

Sostenerlo è solo il primo passo.

Cominciate col fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile

 San Francesco d’Assisi

Di cosa si tratta

Un cammino.

Non un cammino qualunque ma lo stesso percorso da San Francesco D'Assisi.

Un percorso che si snoda da La Verna fino a Roma passando da Assisi, da percorrere dall'8 settembre al 4 ottobre, dove una volta giunto, Andrea Devicenzi sarà ricevuto da Papa Bergoglio.

Ben 500 kilometri di sfide, pendenze e sentieri sterrati attraverso 22 località, da affrontare con una sola gamba e un paio di stampelle a supporto. Rispetto alla carriera di Andrea, fatta di vittorie al cronometro, la rotta si inverte e l’evoluzione sarà rallentare, respirare, ammirare e conoscere il mondo circostante.

Riscoprire il valore del silenzio, valorizzando l’incontro, con il nostro io più profondo o con chi siamo condividendo il sentiero, imparando a non correre. Lasciare che a vincere sia la resilienza e non farsi abbattere mai dagli imprevisti, dirottando la mente su solo ciò che è davvero necessario.

Ma soprattutto avvicinare le persone disabili allo sport mostrando come attraverso la semplice azione del camminare ci si possa conoscere meglio, accettare ed infine superare i propri limiti.

Come verranno utilizzati i fondi

I vostri contributi saranno finalizzati:

-all’acquisto e al noleggio delle strutture di supporto di cui i collaboratori di Andrea avranno necessità: un camper ad uso dello youtuber Andrea Baglio per il montaggio video e foto in tempo reale del cammino;

- al pagamento di risorse umane che proseguano a distanza la campagna social e redazionale dell’avventura;

- al finanziamento del 6° Giro d’Italia Formativo: serie di incontri in tutte le Regioni italiane presso le scuole del territorio in cui Andrea Devicenzi condividerà le sue esperienze, incentivando giovani studenti a scoprire e sviluppare le proprie potenzialità inespresse per permettere loro di trasformarle in un talento unico e personale.

Seguici su