SITTING VOLLEY - TOGETHER IS BETTER

Una Start-up dedicata al Sitting Volley il cui unico scopo è quello di creare un modello efficiente, replicabile su tutto il territorio Nazionale.

Traguardo
25.000 €
Raccolti
25.000 €
Chiuso il
05 dic 2017
Sostenitori
51
Finanziato

Di cosa si tratta

Sitting Volley: una volta seduti a terra siamo tutti uguali!

Il Sitting Volley è una disciplina sportiva paralimpica, derivante dalla Pallavolo, che può essere praticata contemporaneamente da atleti con disabilità fisiche e normodotati stando seduti sul campo da gioco. Questa caratteristica fa del Sitting Volley la disciplina inclusiva per eccellenza.

In qualità di organo territoriale della Federazione Italiana Pallavolo, il Comitato Regionale FIPAV Lazio, in linea con i propri compiti istituzionali, intende promuovere e potenziare il Sitting Volley attraverso la creazione di un movimento innovativo, solido e longevo, replicabile su tutto il territorio nazionale. 

Un movimento a 360°, operante su più fronti il cui obiettivo sarà quello di aumentare le opportunità di integrazione ed inclusione, favorendo l'attivazione di un naturale processo di adattamento ed interazione tra tutti gli attori coinvolti.

Un vero gioco di squadra a salvaguardia della funzione popolare, sociale e culturale dello sport in grado di assicurare agli atleti una formazione educativa complementare alla formazione sportiva.

Uguaglianza, fair play, lealtà e tanto divertimento sono gli ingredienti alla base del progetto SITTING VOLLEY - TOGETHER IS BETTER

Come verranno utilizzati i fondi

FORMAZIONE

Al fine di elevare il livello del Sitting Volley, il progetto in essere prevede l'Instituzione di Centri di Promozione e Sviluppo  nelle varie province della regione dove poter praticare la disciplina. Grazie a questi verranno organizzati tornei “open”  provinciali e regionali, per disabili e normodotati, fino alla realizzazione di un vero e proprio campionato regionale FIPAV. Tali attività permetteranno di qualificare atleti con disabilità fisiche, selezionati attraverso un programma di Stage volto alla creazione di una Rappresentativa Regionale idonea alla partecipazione al Campionato Italiano. 

Per raggiungere tale prestigioso traguardo verranno formati allenatori, arbitri, insegnanti di Educazione Fisica e Sostegno con l’organizzazione di corsi di abilitazione.

ATTREZZATURE SPORTIVE

Naturalmente i Centri di Promozione e Sviluppo e le società dovranno avere in dotazione l'attrezzatura completa per poter iniziare l'attività: in questa fase iniziale sono stati previsti 38 campi da gioco ciascuno comprensivo di 1 tappeto, 1 rete, 2 bande laterali, 2 antenne, 2 pali e 6 palloni.

PROMOZIONE

La crescita del movimento necessita di una accurata attività di promozione effettuata mediante gli organi di comunicazione federali e la nomina di un Referente Regionale che possa favorire la diffusione della disciplina a livello comunale, provinciale e regionale intrattenendo rapporti con società sportive, enti ed istituzioni. Particolare attenzione verrà riservata al mondo della scuola, prima porta d'accesso utile al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Sarà inoltre proposto, presso le Università del Lazio, un modulo dedicato al Sitting Volley all'interno dei corsi di Laurea in Scienze Motorie.

EVENTI

Lo sport deve essere soprattutto divertimento sia per l'atleta che per lo spettatore. Per accrescere l'attenzione nei confronti del Sitting Volley verranno organizzati eventi quali: quadrangolare internazionale a scopo divulgativo con coinvolgimento delle Rappresentative Nazionali ItalianeMemorial Favretto, manifestazione sita nella suggestiva cornice dei Fori Imperiali dedicata ai bambini, con presenza di campi di Sitting Volley; SittingVolley Scuola all'interno della manifestazione Volley Scuola giunta alla 25° edizione e che coinvolge tutte gli istituti secondari di Roma e provincia.

Chi c'è dietro al progetto

Il Comitato Regionale FIPAV Lazio, ente territoriale della Federazione Italiana Pallavolo, dal 2013, anno del riconoscimento del Sitting Volley quale sport paralimpico, è costantemente proteso allo sviluppo ed alla diffusione della suddetta disciplina favorendo l'integrazione sociale, lo sviluppo dell'attività agonistica e la preparazione degli atleti disabili.