il Rugby a sostegno dell'Autismo

U.S. Primavera Rugby e L'Emozione Non Ha Voce ONLUS insieme per abbattere le barriere dell'autismo con i valori dello sport!

Traguardo
20.000 €
Raccolti
1.520 €
Chiuso il
09 dic 2017
Sostenitori
13
Scaduto

Abbattiamo insieme le barriere dell'autismo!

Nel luglio del 2012 nasce da un incontro casuale tra la ONLUS “L’Emozione Non Ha Voce”, associazione creata da un gruppo di genitori con figli affetti da autismo e la U.S. Primavera Rugby, il “Progetto Rugby-Autismo”. In quattro anni siamo passati da 4 a oltre 25 ragazzi!
 
La condivisione dei principi base di questo sport come la correttezza e il rispetto per l’avversario, la necessità di costruire insieme per raggiungere obiettivi, la caparbietà e la sofferenza necessaria per avanzare metro per metro portano oltre 20 ragazzi autistici ogni sabato sui campi da rugby della Primavera Rugby ad affrontare la sfida dell’autismo con il supporto della palla ovale.

Come verranno utilizzati i fondi

In quattro anni i ragazzi che partecipano al progetto sono passati da 4 a circa 25. Siamo entusiasti di questo! Ma per offrire a tutti loro un servizio adeguato abbiamo bisogno di maggiori risorse. La voce di spesa più importante è naturalmente l'affitto del campo da gioco. A seguire il materiale tecnico per staff e ragazzi autistici e l'acquisto di un defibrillatore (DAE)  con la conseguente formazione di alcuni addetti al suo utilizzo. Lo staff è praticamente volontario, ma è importante fornire loro una formazione adeguata che li aiuti a gestire al meglio le reazioni e i diversi comportamenti dei partecipanti. Nel grafico qui sotto potrete farvi un'idea sulla ripartizione della spesa utile per la gestione ottimale per un anno di attività.

U.S. Primavera Rugby e L'Emozione Non Ha Voce ONLUS

La U.S. Primavera Rugby è una associazione sportiva nata nel 1976 allo scopo di promuovere e diffondere lo sport del Rugby e con esso i suoi valori fondanti, nell’ordine: lealtà, rispetto, competitività, dedizione. Grazie a questi valori la U.S. Primavera Rugby affianca le famiglie nell’educazione e nella maturazione dei figli attraverso attività che, parallelamente all’impegno sportivo, stimolino il miglioramento del rendimento scolastico assieme al rispetto delle persone e delle minoranze, questo per renderli pronti ad affrontare le sfide di una società in continua evoluzione. Oggi la U.S. Primavera Rugby è un reale punto di riferimento per le famiglie, per il territorio e per organizzazioni no-profit.

Ad oggi la U.S. Primavera Rugby è tra le poche società in Italia attiva in modo completo, continuativo e competitivo in tutti i settori del Rugby: dal MiniRugby (4-12 anni) al settore Juniores (13-18)  per finire alla Squadra Cadetta che milita in Serie C e alla Squadra Seniores che milita in Serie A

L'Emozione Non Ha Voce ONLUS è un gruppo di genitori di adolescenti e adulti con diagnosi di Autismo con diversi gradi di gravità e funzionamento. Hanno fondato nel luglio 2012 l’Emozione Non Ha Voce e dal 26 febbraio 2013 sono stati riconosciuti a tutti gli effetti come ONLUS con Padrino e Madrina il Maestro Mogol e sua moglie Daniela. Ognuno dei  soci fondatori porta all’interno dell’associazione le sue competenze e abilità della vita lavorativa, collaborando con i nostri partner scientifici nell’individuare e realizzare le nostre attività e progetti.
Dal 2012 la Primavera Rugby nasce il "Progetto Rugby-Autismo" che intende dare voce all’opportunità che la disciplina sportiva praticata attraverso il rugby, possa essere un sostegno attivo nei confronti di ragazzi e adulti con diagnosi di Autismo e delle loro famiglie, offrendo un’alternativa alla solitudine e alla mancata integrazione sociale che spesso vivono  una volta usciti dal sistema scolastico.

Il progetto sportivo/educativo della U.S. Primavera Rugby concertato con L'Emozione Non Ha Voce ONLUS intende far conoscere ed apprezzare la valenza formativa di questo sport applicato a questa specifica abilità diversa, con una premessa fondamentale: - “lo sport è un gioco che permette relazioni con altre persone contemporaneamente al mantenimento della buona salute fisica”.